EN Funded by the European Union WHITE
LOGOBIANCO UniversitaRicerca Nolineare
italia domani

Governance

FOSSR offre una varietà di opportunità di formazione durante la durata del progetto, tra cui corsi brevi, sessioni partecipative e programmi di alta formazione.

FOSSR assicura una governance distribuita, stabilendo le condizioni e le modalità di partecipazione degli stakeholder e pianificando azioni volte ad assicurare la sostenibilità a lungo termine dei risultati raggiunti attraverso l’impegno delle infrastrutture partecipanti oltre la fine del progetto, e assicura la garanzia di qualità delle politiche e dei processi di governance.

Emanuela Reale (CNR-IRCrES) – Coordinatore scientifico FOSSR (fino a dicembre 2023)
Giovanni Cerulli (CNR-IRCrES) – Coordinatore scientifico FOSSR (da gennaio 2024)

Maria Elisa Rosati (CNR-ISTC) – Responsabile Amministrativa FOSSR

Marco Sprocati (CNR-IRCrES) – Manager dell’infrastruttura FOSSR

Le attività comprendono:

Apertura e integrazione

dei nodi nazionali delle infrastrutture di ricerca per le scienze sociali, in linea con le politiche delle IR pertinenti, con la Roadmap ESFRI (European Strategy Forum on Research Infrastructures) e con il PNIR (Piano Nazionale Infrastrutture di Ricerca)

Sostenibilità

a lungo termine della rete di infrastrutture di ricerca

Conformità

delle attività strategiche e sfruttamento delle sinergie

Coinvolgimento

degli stakeholder

Rafforzamento

del partenariato

Armonizzazione

dei servizi e delle politiche sui dati

Implementazione

di politiche multilivello e iniziative cooperative per l’Open Science, in accordo con le linee guida e le politiche europee (Open Science policy della Commissione Europea, EOSC, CESSDA ERIC, RISIS, SHARE ERIC, Piano Nazionale Open Science italiano)

Armonizzazione

dei Service Level Agreement (SLA), in accordo con le RI coinvolte nelle proposte (CESSDA ERIC, RISIS, SHARE ERIC)

Requisiti etici e di qualità

per i dati di ricerca (comprese certificazioni, formazione e supporto)

Politiche e processi

di garanzia della qualità

Coordinamento e cooperazione

interdisciplinare e tra aree ESFRI

La struttura di governance è composta dai seguenti organi:

È l’organo di governo della rete di infrastrutture di ricerca FOSSR. Ha compiti politici e strategici. Definisce gli obiettivi strategici e le linee di azione per lo sviluppo e la sostenibilità dell’iniziativa nel medio e lungo periodo. Provvede al superamento dei problemi organizzativi e funzionali. Promuove il progetto nelle sedi istituzionali di riferimento e gestisce i rapporti con i principali stakeholder.

È l’organo responsabile del coordinamento della gestione esecutiva del progetto. L’ExCO ha il compito di coordinare e armonizzare le attività esecutive del progetto, pianificate, controllate e gestite all’interno dei singoli WP. Prepara i rapporti di avanzamento per il monitoraggio, la valutazione e la rendicontazione delle attività del progetto.

Lo SB ha il compito di fornire feedback e raccomandazioni per lo sviluppo delle attività della rete FOSSR a livello scientifico, di consigliare il Consiglio direttivo sugli obiettivi per il raggiungimento degli scopi scientifici della rete e di analizzare i risultati scientifici e l’impatto della rete FOSSR. Fornisce supporto per la definizione di criteri, metodi e sistemi relativi alla valutazione complessiva del progetto e dei risultati.

Lo Stakeholders Advisory Board ha l’obiettivo di assicurare il coinvolgimento degli utilizzatori finali e degli stakeholder nella governance di FOSSR, e di promuovere, nell’ambito delle scienze sociali, il dialogo tra le infrastrutture di ricerca, le comunità di ricercatori e gli stessi stakeholder. I membri del SAB assicurano al board una vasta rappresentatività sociale, afferendo a ministeri, istituti di ricerca pubblici e privati, agenzie e associazioni di un ampio ventaglio di settori, dall’economico-industriale alla Ricerca e Sviluppo.

L’EC esamina le questioni etiche e di sicurezza, elabora documenti di orientamento e fornisce servizi di consulenza etica all’infrastruttura e alla rete scientifica, nonché la gestione di eventuali casi di presunta cattiva condotta della ricerca. Il CE si occupa anche di questioni etiche legate alla scienza aperta, in particolare alla riutilizzabilità dei dati di ricerca prodotti, gestiti e resi accessibili attraverso la rete FOSSR.

Ha il compito di attuare le attività di pianificazione e gestione strategica della rete FOSSR. In particolare, si occupa di: supervisione e monitoraggio della pianificazione esecutiva delle attività progettuali; questioni legali e DMP; valorizzazione della proprietà intellettuale e dei risultati del progetto; dati proprietari e conformità alla normativa GDPR; aspetti legati alla garanzia della privacy; con la consulenza esterna del Responsabile della Protezione dei Dati Personali del CNR; piano di genere; garanzia di qualità; sostenibilità a lungo termine.